Storia

pagina in costruzione

 

 

L’idea 

L’estate del 2002 cedeva lentamente all’autunno. Qualcosa bolliva in pentola sin dal giugno precedente, quando Mario Rossi e Antonella Perticone avevano cominciato a nutrire il desiderio di fondare una nuova società di pallavolo a Codogno. L’impegno spaventava, ma durante le vacanze estive le tessere del mosaico si sono composte nel disegno: il 12 settembre 16 soci fondavano il Volley Codogno 2002. Amici? Sì, anche amici, ma soprattutto appassionati e desiderosi di garantire un futuro a 18 ragazze che già avevano dato prova di impegno, passione e talento nella pallavolo, sino ad allora praticata a livello per così dire amatoriale.

inizio pagina

Le origini

In poche settimane la società è fatta: è Mario Rossi a prenderne le redini come presidente, Augusto Rasmi come Vice, Lorenzo Nicolini come Direttore Sportivo, Aldo Gozzelinocome Amministratore, Cesare Rocchi come dirigente. Gli altri soci (Ornella Fioretti, Mauro Bianchi, Angela Curti, Santino Caraggi, Mariano Rognoni, Franco Stroppa, Lucia Premoli, Luciano Gobbi, Antonella Meazzi, Giancarlo Bertocco) sono tutti in qualche modo coinvolti nell’organizzazione (segreteria, gestione del materiale, referti di gara, rapporti con la stampa e con le Federazioni, tesseramento atleti, ecc).
Tra i fondatori vi sono nomi “storici” della pallavolo  codognese: Lorenzo Nicolini è stato Dirigente per più di dieci anni in quella che fu la Pallavolo Codogno del Villaggio San Biagio, insieme all’indimenticabile don Ennio Rizzardi, Presidente Onorario di una società che è arrivata a contare più di 150 atleti, e insieme ad Antonella Perticone, giocatrice e sin da allora allenatrice delle giovanili. Nicolini è stato in seguito – dal 1989 al 1996 – nello staff allenatori del Volley milanese di serie A1, a fianco di personaggi come Doug Beal, Roul Lozano, Dimitri Zlatanov e, nel 2000/2001, con il grande Giampaolo Montali. Neòfiti, invece, gli altri componenti del Direttivo prima descritto, ma non per questo meno entusiasti dell’avventura che iniziava. Anzi, forse più emozionati.

inizio pagina

La stagione 2002/2003 

La prima stagione, 2002/2003, vede la Perticone alla guida della formazione Under 13 e 14: allenamenti collettivi di diciotto ragazze, che disputano a fine settimana due partite, una del campionato Centro Sportivo Italiano, l’altra di quello della Federazione Italiana Pallavolo. La ricetta è perfetta: per tutte c’è una gara, il meritato compenso della fatica settimanale. Tutte in campo, come è giusto che sia a 12 anni. Perché non due squadre nello stesso campionato? Perché si sarebbero dovute separare le atlete in due gruppi definiti e contrapposti in inevitabili derby; perché, inoltre, si voleva imboccare la via della FIPAV, in cui alle formazioni giovanili è garantito non solo il rispetto della tenera età, ma anche l’apprezzamento delle doti e del talento delle atlete: in parole semplici, è giusto uno sport per tutti, e dunque anche per i meno dotati,ma è importante saper valorizzare altresì quelle atlete che sono e danno di più. Inutile fingere: si nasce ciascuno con possibilità diverse e diverse attitudini. Giocare è diritto sacrosanto di tutti indistintamente, ma secondo diversi obiettivi che dipendono evidentemente dalle doti fisiche e psichiche specifiche di ogni individuo.La nostra società sportiva vorrebbe riuscire a coniugare questi due aspetti: garantire il diritto di giocare, ma assicurare anche ai talenti un orizzonte più largo di una disciplina esclusivamente amatoriale. Non precludere nulla. Qualcuno potrebbe diventare un campione? Bene, non è giusto che non sia aiutato a farlo. Non era giusto che a Codogno non vi fosse una società che lasciasse aperta questa possibilità.
Da subito, dunque, l’obiettivo di promuovere la pratica della pallavolo. La pallavolo vera, insegnata a dovere. E come succede a scuola, non basta un edificio e un’istituzione: la qualità dell’insegnamento sta nei docenti. Allora, già dal primo anno, il Direttore Sportivo fa approdare al Volley Codogno 2002 un grosso nome della pallavolo femminile: Sonia Cappelletti, militante nel River Volley di Rivergaro (lo scorso anno in B1, quest’anno in A2) come palleggiatrice, laureata in Scienze Motorie e allenatrice federale. A lei vengono affidati i piccoli del Minivolley, che hanno la fortuna di giocare le prime palle insieme a una guida esperta e sicura. Scelta significativa: il meglio ai più piccoli, quelli che vanno impostati, quelli più delicati, il futuro.
Il primo anno del Volley Codogno si conclude con una finale terzo/quarto posto per il campionato Under 14 (vinta) e un terzo posto nel campionato Under 13.

inizio pagina

La stagione 2003/2004

La stagione 2003/2004 vede la situazione ribaltata: alla Cappelletti è stata affidata la “prima squadra” che, analogamente alla prima stagione, disputa due campionati, l’Under 14 CSI (primo posto in classifica, nessun set perso) e l’Under 15 FIPAV (secondo posto in classifica, passano il turno le prime due). Le ragazze, già ben avviate dalla Perticone, hanno fatto un notevole salto di qualità e giocano una bella pallavolo, regalando partite spettacolari a un pubblico sempre numeroso e generoso nel sostenere la sua squadra con un tifo potente in casa e in trasferta. Tra loro 2 atlete del Volley Codogno 2002 sono state convocate dalla FIPAV per la formazione ” Rappresentativa Provinciale di Lodi”: per la prima volta, dunque, pallavoliste codognesi sono andate a formare la squadra che ha rappresentato la provincia di Lodi in Lombardia. Atlete del Volley Codogno sono state apprezzate e giudicate tra le 15 migliori ragazze del 1990 della Provincia di Lodi: si tratta di Luisa Nicolini e Valeria Rossi, che hanno contribuito al raggiungimento del 3° posto nel Trofeo delle Province della Lombardia svoltosi a Darfo Boario Terme nei primi giorni di giugno. E’ stato il miglior risultato di sempre per Lodi.
Alla Perticone, docente di lettere e allenatrice federale, ex giocatrice di serie C, è stato affidato il settore giovanile, Minivolley e Under 12: in questo campionato, (giocato con atleti di scuola elementare contro atleti di scuola media delle altre formazioni!), il Volley Codogno 2002 ha concluso la regular season primo in classifica, senza che questo, ovviamente, fosse tra gli obiettivi.
Il gruppo del Minivolley, che il Volley Codogno ha voluto chiamare “scuola di pallavolo” proprio per connotare l’aspetto dell’apprendimento vero e proprio di una disciplina sportiva e non solo quello del giocare insieme, conta 21 piccoli atleti, femmine e maschi, dalla II alla V elementare.

inizio pagina

La stagione 2004/2005

La famiglia si allarga…la Cappelletti è in dolce attesa e rimane per quest’anno in standby. Ma non è solo la sua famiglia ad allargarsi: approdano al Volley Codogno 2002 numerose atlete da varie società del territorio (Codogno Frecce Azzurre, Pallavolo Lodi, Pallavolo Maleo) e la società si attrezza per accoglierle nel modo migliore. Si formano quattro squadre: Under 12 (allenatrice Perticone), Under 15 (Bonvini), Under 16 (Quintini), Under 19 (Ercoli), che nel corso della stagione saranno impegnate per un totale di sette campionati (CSI e FIPAV). Si riapre la scuola di pallavolo, ancora gestita dalla Perticone, che accoglie ben 30 minipallavolisti/e. Il numero di atleti rispetto al momento della fondazione della società si è triplicato.

In questa stagione si decide di “iniziare la scalata” verso la vetta…il Volley Codogno 2002 disputa il campionato di Seconda Divisione FIPAV.   Al termine della stagione si contano prestigiosi risultati: campioni provinciali Under 12 e Under 16; terzo posto per l’Under 15 e per l’Under 19; finali regionali per l’Open (secondo posto); CAMPIONI NAZIONALI per le allieve (26 giugno 2005 a Cattolica); PROMOZIONE in Prima Divisione; terzo posto al Torneo Internazionale di Cesenatico per l’Under 15. Terzo posto per l’Under 12 al Torneo Nazionale di Rivergaro (Giorgia Palazzina premiata come migliore giocatrice).

inizio pagina

La stagione 2005/2006

Si comincia sulla spiaggia di Cesenatico: il VolleyCodogno2002 organizza il Summer Camp dal 2 all’8 settembre, hotel VillaRosa. 24 ragazze aderiscono all’iniziativa che comporta per loro due sedute di allenamento al giorno. Dirige la Perticone, allenano Bonvini e Vassallo. 20 ore di lavoro. Ottima preparazione in vista dei campionati.

Intanto si avvia anche il settore maschile alla guida di Fernando Chierico, che il ds ha irretito in società grazie alla sua antica frequentazione ai tempi di Lucchetta e Zorzi a Milano (Mediolanum Volley). I primi maschi del VolleyCodogno sono una quindicina e faranno il campionato Under 14.

Altra novità di rilievo è l’addio – a malincuore – al Liceo Novello e il trasferimento di quasi tutta l’attività alla ristrutturata palestra Zoncada in centro a Codogno, dove si allenano le giovani di Bonvini, Bergamaschi, Zazzi, Vassallo, Perticone (I divisione, II divisione, Open, Top Junior, Under 14, Under 12); si riapre la scuola di minivolley.  Dall’albo d’oro si possono evincere i piazzamenti delle squadre: sfuggita per un soffio la promozione in serie D da parte delle ragazze di Prima Divisione, che hanno disputato un ottimo campionato, totalizzando ben 56 punti e piazzandosi al secondo posto dietro l’Ecolat Lodi, peraltro sconfitta dalle codognesi in prima giornata di campionato.

inizio pagina

La stagione 2006/2007

Ancora un summer camp, questa volta a Viserba di Rimini, Park Hotel Serena. Bellissima vacanza sportiva, con ragazze e ragazzi. Poi parte la stagione, un’altra di quelle indimenticabili. La Prima Divisione femminile parte a razzo inanellando punti fino a gennaio, poi inciampa e cade: sembra tutto compromesso, ma inciampa anche l’avversario principale in classifica (SanMartino) e allora si spera ancora. Colpo grosso alla palestra Sanbernardo di Lodi: le donne di Bonvini e Bergamaschi devono vincere la Properzi per 3-0, al massimo 3-1. Ce la fanno: 3-1, ultimo set vinto a 23. SERIE D! SERIE D! Le stesse donne vincono il campionato CSI Juniores e vincono il titolo regionale: partono in giugno per Lignano e portano a casa un altro scudetto. CAMPIONI D’ITALIA, per la seconda volta.

Sul fronte giovanile il VolleyCodogno ha la più bella Under 14 lodigiana: vince il campionato FIPAV e approda alla prima fase regionale, che si svolge per la prima volta a Codogno. Asystel e IseoVolley gli ospiti, c’è poco da fare…Delle giovanissime della Perticone 5 sono nella selezione 1993 rappresentativa di Lodi al Trofeo delle Province (svoltosi a Lodi): Marta Bertoni, Maria Lizzori, Giorgia Palazzina, Laura Anelli e Cecilia Nicolini (classe 1994, selezionata un anno prima).  Sei sono invece i ragazzi classe 1992 selezionati: Quaglia S. – Agazzi M. – Boschiroli D. – Noli A. – Di Lorenzo G.- Lazzarini M.

inizio pagina

La stagione 2007/2008

Summer camp in 36. Le donne concentrate sul campionato regionale da affrontare, i giovani su quello di Prima Divisione, campionato di serie per la prima volta.

La stagione è difficile: la serie D femminile, guidata da Bonvini, paga la sua inesperienza e la sua ingenuità. Girone di andata povero di punti, si spera nel ritorno ma la situazione non migliora. Si retrocede. I giovani di prima divisione approdano al play-off, ma escono subito.

Ci si consola con i successi delle giovanili (brilla l’Under 14 di Boiocchi), per i quali si rimanda all’albo d’oro. Per un soffio mancano lo scudetto le Allieve di Vassallo a Lignano.

Tre atlete in selezione 1994 (Cecilia Nicolini, Ginevra Rossi, Serena Lucchini un anno prima) che al Trofeo delle Province (Lecco, 7/8 giugno) guadagnano il 7° posto. Sei ragazzi invece nella selezione 1993:Gianluca Castellana, Marcello Lazzarini (poi in selezione regionale per 4 fasi), Marco Agazzi, Davide Noli, Michele Leva, Carlo Codazzi (premiato come atleta più giovane).

inizio pagina

La stagione 2008/2009

Ancora Summer Camp, ancora a Viserba, con una trentina di ragazze e ragazzi delle formazioni giovanili. A condurre gli allenamenti del Camp, oltre a Boiocchi e Perticone, un nuovo allenatore: Michele Rebessi, di Cremona. E’ a lui che vine affidata la prima squadra femminile, retrocessa e affamata di riscossa. La riscossa giunge ad aprile 2009, al palazzetto di Borghetto, gara decisiva per la promozione contro il San Fereolo. Di nuovo serie D!

Nel maschile si acquistano i diritti di serie D: Ercoli e Lopez accompagnano i ragazzi in un’avventura, che ha successo e riescono a salvarsi.

Campioni provinciali U16 le ragazze di Libertino, che però non riescono a superare la prima fase regionale a Carpenedolo. Campioni CSI le Ragazze della Perticone, che in U14 FIPAV, però, non riescono a spodestare il Team95 del SanMartino. Mancano per un soffio lo scudetto le Giovanissime di Salvaderi-Perticone, che però vincono l’Under 12 FIPAV.

Una quarantina di bimbi affolla gli allenamenti di minivolley, affidati a Barbara Fagioli, palleggiatrice del CremaVolley (B2). La assistono le atlete Luisa Nicolini e Chiara Codazzi.

La selezione di Lodi 1995 conta in un primo tempo cinque atlete del VolleyCodogno, poi rimangono solo in due (per esclusione e per scelta personale) : Chiara Paina e Giorgia Meloni, la quale è in selezione un anno prima del previsto, come era successo a Cecilia Nicolini (in questa stagione ceduta al CremaVolley serie D e in selezione regionale fino a febbraio, tra le 40 migliori atlete della Lombardia). In selezione regionale invece approda Marcello Lazzarini, palleggiatore titolare al Trofeo delle Regioni 2009 a Lignano.

Al termine della stagione nella Coppa Lodi tre squadre del VolleyCodogno in finale: U13, U21, U16. Le prime due vincono la Coppa, che sfugge invece alle U16 di Libertino. Da Rivergaro le U13 tornano con il Trofeo delle Rive.

inizio pagina

La stagione 2009/2010

Nell’estate 2009 la società registra un cambiamento ai vertici: Mario Rossi si dimette e lascia la presidenza a Giuseppe Di Lorenzo, rimanendo però nel consiglio.

Si cambia hotel, ma si torna a Viserba. Questa volta con la direzione e la conduzione di Lorenzo Nicolini e Giusi Di Martino. Summer camp misto, in tutto una ventina di atleti, ma solo delle formazioni giovanili.

Al rientro partono gli allenamenti e poi i campionati. Per la prima volta il VolleyCodogno è impegnato con due serie D, sia maschile che femminile. L’impegno è notevole, ma entusiasmante. Ogni sabato sera c’è spettacolo al palazzetto, che è sempre gremito. Arrivano anche dei bei risultati: la femminile di Rebessi (del “circo Rebessi”) è campione d’inverno, ma al ritorno perde qualche colpo e termina al quinto posto; la maschile di Ercoli e Lopez sfiora la promozione.

Brillano come sempre le giovanili: bene le Under 12 della Cappelletti, bene le Under 13 di Salvaderi e Mazzasogni, benissimo le Under 14 della Perticone, che vincono il campionato e, superando la prima fase regionale, si piazzano ottave in Lombardia, miglior risultato in assoluto a Codogno. Un gruppetto dell’Under 14 e uno della Seconda Divisione (che partecipa, guidata da Libertino al play-off promozione, ma non ce la fa), disputa l’Under 16 e si classifica quarto.

Nel maschile di Carlo Mazza ai giovani U14 scappa per un soffio lo scudetto provinciale, gli Under 16 raggiungono il quarto posto.

Nel minivolley è Rebessi l’istruttore, ma si registra un calo di iscrizioni, come in tutte le società lodigiane. Ai quattro raduni lodigiani di minivolley il VolleyCodogno è comunque la società che iscrive più squadre.

Nella selezione femminile di Lodi cinque atlete sono del VolleyCodogno (Meloni, Galazzi, Sportelli, Raimondi M, Discanni), tre sono titolari. Nella selezione maschile tre atleti (Awoudor, Codazzi e DiLorenzo Edoardo) sono del VolleyCodogno.

inizio pagina